Tag

, , , ,

Perché spesso stravolgere il proprio look significa anche cercare di cambiare le cose?

 Se vuoi che le cose cambino, devi prima cambiare tu. Perché le cose possano essere migliori, tu devi essere migliore.

Lamentarsi e dare la colpa agli altri per ciò che succede nella nostra vita non è mai stato di aiuto e soprattutto non ti aiuterà a cambiare il corso degli eventi.

Eppure, il più delle volte, oltre a lamentarci, ci arrabbiamo o ce la prendiamo con chi ci sta a tiro e ci convinciamo che avvenimenti del passato siano determinanti per il nostro presente e il nostro futuro.

In pratica crediamo che se in passato ci siamo comportati in un modo, anche in futuro dovremo fare lo stesso.

Per comodità o per abitudine, troppo spesso inventiamo storie, scuse, troviamo delle ragioni a giustificazione del perché non possiamo cambiare.

Oppure, cerchiamo delle spiegazioni valide per cui i nostri sforzi non verranno mai ripagati.

Facciamo questo, perché le storie che ci raccontiamo, le scuse che ci inventiamo, non sono altro che la proiezione delle nostre paure, che poi non sono altro che un istinto di sopravvivenza.

Ignorare le tue paure è del tutto inutile, perché esse fanno parte di te e non andranno mai via, ma possono essere gestite in maniera che non siano loro a prendere il controllo della tua mente. Puoi addirittura decidere di trasformare le paure in preziose alleate.

Ognuno di noi fondamentalmente ha due paure: La paura di non essere abbastanza, e La paura di non essere amato.

Queste due paure di fondo accompagnano qualunque delle tue azioni, delle tue scelte. Pensaci per un momento, ripensa all’ultima volta che volevi un nuovo taglio di capelli che avrebbe stravolto il tuo aspetto consueto e ti sei sentita bloccata, non è stato forse a causa di una di queste due paure?

La paura di non piacere, la paura di essere derisi, la paura dell’insuccesso, la paura del cambiamento, la paura di non essere all’altezza della situazione, sono tutte riconducibili a una o a entrambe di queste due paure fondamentali.

Dobbiamo decidere di GESTIRE queste paure e fare in modo che esse non influenzino negativamente i nostri rapporti con gli altri, la nostra vita, la nostra felicità.

Come? Prendendo delle decisioni migliori.

DECIDI SU COSA FOCALIZZARTI

Ciò su cui decidi di focalizzare la tua attenzione è ciò che determina le tue emozioni e le tue sensazioni, perché quando sei focalizzata su una determinata cosa, in quel momento per te è come se esistesse solo quella cosa specifica, tutto il resto diventa un contorno sfuocato.

Pensa ad esempio all’ultima volta che hai cambiato colore ai tuoi capelli. Molto probabilmente, prima di farlo, hai fatto delle ricerche, hai riflettuto sulla tonalità che più poteva fare al caso tuo, ti sei informata sui prezzi e ti sei guardata attorno per trovare la migliore soluzione.

Da quel momento in poi, hai continuato a vedere quel colore di capelli, ovunque tu incontrassi una persona. Intorno a te, improvvisamente sembrava che tutti avessero quel colore, vero?

In realtà, la quantità di donne che avevano scelto quel colore di capelli non è affatto cambiata. È cambiata la tua percezione. Questo è un tipico esempio di attenzione selettiva.

Quindi, dove tendi a focalizzare la tua attenzione?

Su ciò che puoi controllare o su ciò che NON puoi controllare?
Su ciò che hai o su ciò che NON hai?
Sul passato, sul presente o sul futuro?
Se continui a focalizzare la tua attenzione su ciò che non puoi controllare, ti sentirai insicura, incerta, incapace di controllare gli eventi. Questa sensazione si ripercuoterà anche in altri ambiti della tua vita e la influenzerà, generando incertezza.

Se continui a focalizzarti su ciò che non hai, perderai di vista ciò che hai, ciò che possiedi, le fortune che sono presenti nella tua vita. Il bicchiere ti sembrerà sempre mezzo vuoto, sarai costantemente alla ricerca di qualcosa per riempire quel vuoto, senza mai riuscire a sentirti appagata.

Se continui a focalizzarti solo sul passato o esclusivamente sul futuro, perderai di vista il tuo momento presente, non riuscirai a goderti le piccole vittorie, la bellezza degli eventi giornalieri, non riuscirai ad apprezzare quello che l’oggi ti regala. Scegli di concentrarti sul presente E sul futuro, così da costruire giorno per giorno la tua felicità per il lungo termine.

Focalizzati su ciò che vuoi, non su cosa non vuoi! Vuoi un nuovo taglio di capelli? Focalizzati su questo.
La qualità della tua vita è il significato che attribuisci agli eventi che ti capitano.

Sei cosciente di quali parole usi per descrivere la tua vita? Come parli agli altri di quel che succede nella tua quotidianità?

Il significato degli eventi è determinato dalle tue convinzioni, nonché dalle scuse e dalle storie che ti inventi.

La medesima situazione può essere vista come una sfortuna per alcuni e rivelarsi una benedizione per altri. Come mai? Perché gli eventi non hanno significato di per sé, ma acquisiscono il significato che tu gli dai.

Allo stesso modo, in ogni instante della tua vita, sei TU a decidere che cosa vuoi fare e come reagire agli eventi esterni.

Le tue scelte non sono determinate dalle circostanze o dal fato. Esse dipendono dalle tue convinzioni, da ciò che tu credi sia possibile fare o non fare.

Hai la scelta di accedere al tuo vero potenziale e debellare una volta per tutte i limiti che tu stessa ti sei imposta.

QUALE DECISIONE VUOI PRENDERE?

Ciò che fa la differenza nella qualità di vita delle persone è la loro capacità e il loro potere di prendere decisioni migliori.

Le 3 decisioni fondamentali che prendi, in ogni momento della tua vita, sono:

Su che cosa decidi di focalizzarti
Che cosa significa per te questo evento
Che cosa decidi di fare

La prossima volta che ti capita di essere indecisa su una scelta, giù di morale, abbattuta o scoraggiata, prova a ripensare a queste 3 decisioni.